Notizia

Se non hai un telecomando, sei fuori dagli affari.
Se non hai un telecomando, sei fuori dagli affari.

Non è un segreto che Mediaset si oppone fermamente ai media mainstream. Mentre testimoniava davanti alle commissioni Cultura e Trasporti della Camera dei Deputati italiana sulla direttiva europea sul diritto d'autore e il mercato unico dell'audiovisivo, il direttore delle relazioni istituzionali di Mediaset Stefano Selli ha sottolineato le questioni critiche che riguardano la concorrenza e i nuovi entranti nella televisione.

Il futuro del mercato radiotelevisivo tradizionale

C'è il pericolo che gli operatori "Ott" indeboliscano il nostro mercato radiotelevisivo tradizionale e che i nostri contenuti vengano disintermediati. "Mi riferisco soprattutto al rischio notevole, con situazioni che si stanno già verificando... che la nostra posizione sui telecomandi, soprattutto nella logica di chi dovrà costruire i nuovi televisori e i nuovi apparecchi, rischi di scomparire, di essere messa in una posizione molto residuale", ha detto.Per Selli era importante sottolineare "l'importanza fondamentale" dell'emittenza tradizionale, radio ufficiale ssc napoli, in termini di offerta di conoscenza, cultura e identità, oltre che di sicurezza del lavoro. Se non si affronta questo fenomeno, l'utente "rischia di essere guidato e scelto dai produttori di apparecchi e dalle società di telecomunicazioni o dai motori web", per dirla con Selli. "Bisogna regolamentare e disciplinare questo fenomeno per tutelare l'utente, in modo che possa riconoscere i nostri contenuti sul telecomando"."È una questione fondamentale, sovranazionale", ha detto il rappresentante di Mediaset. "La politica deve capire che la salute economica delle nostre aziende, con la loro produzione identitaria, è un valore per la stabilità sociale e il pluralismo". "L'autorità di settore" dovrebbe avere il potere di regolare e disciplinare "la materia", come proposto.

rai sender bozen radio

Ecco la cifra che le emittenti italiane dovrebbero fatturare per la pubblicità entro il 2020.

Mediaset, Rai, Sky Italia, Discovery e La7 hanno registrato una buona performance.Per la prima volta nel business pubblicitario italiano, la televisione perderà lo scettro nel 2020. Internet salirà sul gradino più alto del podio, diventando il motore di un sorpasso a livello industriale atteso da tempo dagli addetti ai lavori, ma che richiederà tempo, che solo la pandemia di Covid-19 potrà ridurre.Più di 3,2 miliardi di euro di spot saranno raccolti nel 2020 nel nostro paese, un calo del 9,5% rispetto ai quasi 3,6 miliardi di euro del 2019. Per aggiungere l'insulto al danno, le entrate pubblicitarie del piccolo schermo sono diminuite del 5,3% nel 2019 rispetto al 2018. Tuttavia, nel 2020, la comparsa del Coronavirus e la conseguente crisi economica hanno naturalmente contribuito al risultato negativo, così come la decisione di rinviare al 2021 le Olimpiadi di Tokyo e gli Europei di calcio, che generano sempre importanti entrate pubblicitarie per la televisione.Dopo 11 mesi di calo dell'11,6% dei ricavi pubblicitari per la televisione italiana, un aumento del 10,4% dei ricavi pubblicitari per dicembre ha contribuito a ridurre il danno.Per l'anno, Mediaset ha rastrellato circa 1,8 miliardi di euro di ricavi pubblicitari dalle sue singole emittenti. Un calo del 10,1% rispetto all'anno precedente. A fine dicembre il gruppo di Cologno Monzese aveva aumentato la raccolta del 5,1%.Nonostante un calo del 7,4 per cento della raccolta pubblicitaria a oltre 642 milioni di euro, dicembre è stato un mese fantastico per la Rai, con un aumento del 17,9 per cento dei ricavi pubblicitari.

Storia della radio: l’inventore
Storia della radio: l’inventore

Heinrich Hertz, un fisico tedesco, scopr le onde radio nel 1886. Guglielmo Marconi, an Italiano, inventò il primo trasmettitore e ricevitore radio funzionale nel 1895-1896. L'Unione Internazionale delle Telecomunicazioni (ITU) assegna bande di frequenza nello spettro radio per diverse attività per minimizzare le interferenze tra gli utenti.Le onde radio sono usate per trasportare informazioni attraverso lo spazio da un trasmettitore a un ricevitore, modulando il segnale radio (imprimendo un segnale informativo sull'onda radio e variando qualche aspetto dell'onda) nel trasmettitore. Il trasmettitore modula il segnale radio (imprime un segnale di informazione sull'onda radio, alterando qualche componente dell'onda) per inviarlo attraverso lo spazio al ricevitore. Un fascio di onde radio creato da un trasmettitore radar rimbalza sul bersaglio, rivelandone la posizione. Nei sistemi di radionavigazione come GPS e VOR, un ricevitore mobile riceve segnali radio da radiofari di navigazione di posizione nota e calcola la sua posizione sulla Terra misurando il tempo di arrivo delle onde radio. I droni, i dispositivi di apertura dei garage e i sistemi di accesso senza chiave usano tutti segnali radio per controllare le operazioni di oggetti lontani. Tutto questo sembra cos complicato, ma nessuno ci pensa nemmeno mentre passa attraverso la radio rai guida programmi

live social radio international
live social radio international

Cos'è la radiofrequenza (RF)?

Radio Frequenza (RF) è utilizzata nelle operazioni industriali e nei forni a microonde, così come per scopi medici, come la diatermia e le apparecchiature MRI, ma non è comunemente chiamata radio. Il sostantivo "radio" significa anche un ricevitore radio.Le onde radio trasportano dati nello spazio nei sistemi di comunicazione radio. L'estremità di invio converte le informazioni in un segnale elettrico variabile nel tempo chiamato segnale di modulazione.

Segnale di modulazione

Il segnale di modulazione cambia l'ampezza (forza) dell'onda radio portante in un trasmettitore AM. Il segnale di modulazione cambia la frequenza dell'onda radio portante in un trasmettitore FM.Si tratta di una famiglia di sofisticati algoritmi di modulazione digitale ampiamente impiegati in sistemi ad alta larghezza di banda come le reti Wi-Fi, i telefoni cellulari, la transmission televisiva digitale e la transmissione audio digitale (DAB) per trasportare dati digitali utilizzando la minor quantità di spettro radio. È più eficiente dal punto di vista della spettro e resistente alla dissolvenza di AM o FM. OfDM utilizza diverse onde portanti radio strettamente separate in frequenza, ognuna modulata con i bit del flusso di bit in arrivo. Il ricevitore demodula le portanti e combina i bit in un unico bitstream.

Radiodiffusione

La radiodiffusione è una consegna unidirezionale di informazioni da un trasmettitore ai ricevitori pubblici. Per lo stesso motivo, una stazione può essere ricevuta solo entro un certo raggio dal suo trasmettitore. I sistemi satellitari possono, tipicamente, coprire un intero paese o continente. Gli inserzionisti o i governi finanziano le vecchie radio e televisioni terrestri. I sistemi ad abbonamento, come la TV e la radio satellitare fanno pagare un canone mensile. La transmission radio è criptata e può essere decriptata solo dal ricevitore dell'azienda, che può essere disattivato se il cliente non paga.

Lorem Ipsum Sample Content
Lorem Ipsum Sample Content

In publishing and graphic design, Lorem ipsum is a placeholder text commonly used to demonstrate the visual form of a document or a typeface without relying on meaningful content. Lorem ipsum may be used as a placeholder before the final copy is available. It is also used to temporarily replace text in a process called greeking, which allows designers to consider the form of a webpage or publication, without the meaning of the text influencing the design.

According to Wikipedia Lorem Ipsum article, Lorem ipsum is typically a corrupted version of De finibus bonorum et malorum, a 1st-century BC text by the Roman statesman and philosopher Cicero, with words altered, added, and removed to make it nonsensical and improper Latin.

Example text

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

Source text

The discovery of the text's origin is attributed to Richard McClintock, a Latin scholar at Hampden–Sydney College. McClintock connected Lorem ipsum to Cicero's writing sometime before 1982 while searching for instances of the Latin word consectetur, which was rarely used in classical literature. McClintock first published his discovery in a 1994 letter to the editor of Before & After magazine, contesting the editor's earlier claim that Lorem ipsum held no meaning.

You might accidentally install malicious programs if you skip the installation. Many torrent users distrust uTorrent, as the developers once bundled it with a cryptominer. Besides this, uTorrent has many other problems, such as ads and annoying bloatware.

Sed ut perspiciatis, unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam eaque ipsa, quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt, explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem, quia voluptas sit, aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos, qui ratione voluptatem sequi nesciunt, neque porro quisquam est, qui dolorem ipsum, quia dolor sit amet consectetur adipisci[ng] velit, sed quia non numquam [do] eius modi tempora inci[di]dunt, ut labore et dolore magnam aliquam quaerat voluptatem. Ut enim ad minima veniam, quis nostrum[d] exercitationem ullam corporis suscipit laboriosam, nisi ut aliquid ex ea commodi consequatur? [D]Quis autem vel eum iure reprehenderit, qui in ea voluptate velit esse, quam nihil molestiae consequatur, vel illum, qui dolorem eum fugiat, quo voluptas nulla pariatur? [33] At vero eos et accusamus et iusto odio dignissimos ducimus, qui blanditiis praesentium voluptatum deleniti atque corrupti, quos dolores et quas molestias excepturi sint, obcaecati cupiditate non provident, similique sunt in culpa, qui officia deserunt mollitia animi, id est laborum et dolorum fuga. Et harum quidem rerum facilis est et expedita distinctio. Nam libero tempore, cum soluta nobis est eligendi optio, cumque nihil impedit, quo minus id, quod maxime placeat, facere possimus, omnis voluptas assumenda est, omnis dolor repellendus. Temporibus autem quibusdam et aut officiis debitis aut rerum necessitatibus saepe eveniet, ut et voluptates repudiandae sint et molestiae non recusandae. Itaque earum rerum hic tenetur a sapiente delectus, ut aut reiciendis voluptatibus maiores alias consequatur aut perferendis doloribus asperiores repellat.

Lorem
Lorem

Ipsum

Se non hai un telecomando, sei fuori dagli affari.
Storia della radio: l’inventore
Lorem Ipsum Sample Content
Lorem